Una tavola da brividi!

Dolcetto o scherzetto? La notte più paurosa dell'anno è arrivata, i bambini in maschera suonano ai campanelli dei portoni alla ricerca di caramelle e dolciumi e gli adulti partecipano a feste "spaventose" indossando costumi dai vampiri, streghe, diavoli ed altri personaggi dell'occulto. Halloween, da festa celtica celebrata soprattutto nei paesi anglofoni e negli Stati Uniti, dove è praticamente un'istituzione, è sbarcata anche in Italia coinvolgendo grandi e piccini. Quest'anno però, oltre alle classiche feste in discoteca, va di moda celebrare la "Notte di tutti gli spiriti sacri" in casa, con gli amici, creando un ambientazione ad hoc. Largo a zucche intagliate illuminate all'interno che rappresentano Jack O' Lantern, uno dei simboli di Halloween, con quel ghigno malefico che ha terrorizzato generazioni di bambini.

Candele, ragnatele, scheletri penzolanti e fantasmi entrano in casa per decorare gli ambienti. La tavola assume un ruolo da protagonista e non va lasciata al caso perché è lì che si trascorrerà la maggior parte del tempo con i commensali. Deve essere quindi in pieno mood, suggestiva e paurosa allo stesso tempo.

L'eleganza del servizio Duchessa, declinato in nero, con i suoi decori tono su tono classici, ben si sposa con i sottopiatti Hippy arancioni e con i bicchieri Happy Hour orange & balck. A dare un tocco da film dell'orrore zucche, candele, lanterne, ragnatele sparse qua e là sul tavolo e ragni finti che sembra si arrampichino sui piatti. Anche il menù, se si vogliono fare le cose in grande, deve essere en pendant con l’apparecchiata. Solo così si potrà organizzare una cena "da paura".

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Info